Search
Conti
13 Maggio 2024

Aprire un conto corrente in banca o alle poste: documenti, tempistiche e costi

Il conto corrente è uno strumento bancario indispensabile per la gestione delle proprie finanze e per l'effettuazione di operazione ormai all'ordine del giorno come bonifici, accredito stipendio, domiciliazione utenze, solo per fare qualche esempio.

Ma come si apre un conto corrente? In questa guida puoi trovare tutte le informazioni necessarie su come aprire un conto in banca o alle poste, tempistiche, moduli e costi.

Come aprire un conto corrente: documenti necessari e procedura

Sia che si tratti di aprire un conto bancario oppure un conto corrente postale, con l'apertura di un conto viene sottoscritto un contratto con la banca - o istituto di credito – al fronte del quale il correntista deposita la propria liquidità, disponendo poi di tutta una serie di servizi e funzionalità quali bonifici, prelievi, accredito stipendio e altri eventuali servizi accessori a seconda della banca quali mutui e prestiti, assicurazioni, fidi e via di seguito.

L'apertura di un conto corrente è una procedura che può essere effettuata attraverso due modalità: di persona in filiale oppure online e può essere richiesta da tutti i soggetti maggiorenni residenti in Italia.

Ma cosa serve per aprire un conto corrente? Generalmente i documenti richiesti per l'apertura del conto sono i seguenti:

  • documento d'identità valido
  • codice fiscale

In alcuni casi è possibile che venga richiesto anche un certificato di residenza. In aggiunta può essere richiesta anche una busta paga (o il contratto di lavoro) che non sono però vincolanti per l'apertura del conto.

Nel caso si decida di aprire un conto in banca di persona in filiale occorrerà quindi portare con sé i documenti in originale e una copia degli stessi.

È poi necessario firmare il contratto posto in essere con l'istituto di credito e la liberatoria per il trattamento dei dati personali.

Nel caso invece di conto cointestato è necessario fornire i documenti di tutti gli intestatari del conto. A tal proposito, puoi consultare la classifica col miglior conto cointestato del mese.

Per i conti per minorenni invece sono necessari i documenti dei genitori o del tutore del minore, nonché i documenti del minore stesso.

Per gli stranieri, infine, potrebbe essere richiesta anche la copia del permesso di soggiorno e del passaporto.

La procedura di apertura di un conto corrente postale non differisce in questo senso da quella di un conto corrente bancario, per quanto esistono delle sostanziali differenze tra un conto bancario e un conto postale sia in termini di costi che di servizi offerti.

Prima di procedere con l'apertura di un conto corrente è sempre bene effettuare un confronto delle offerte delle banche al fine di individuare il conto migliore che soddisfa le nostre esigenze.

🔎 Prima di aprire un conto corrente, effettua un confronto delle offerte delle banche per individuare il conto più adatto alle tue esigenze

Apertura conto corrente online: come funziona

Dopo aver visto qual è la procedura prevista per l'apertura di un conto in filiale, vediamo come aprire un conto corrente online.

Aprire un conto online è un'operazione molto semplice da effettuare e non richiede null'altro se non la connessione internet.

L'apertura di un conto online è poi decisamente più veloce rispetto a quella effettuata in filiale in quanto può essere comodamente effettuata anche da casa tramite sito internet o app della banca. La procedura di apertura di un conto online richiede infatti solitamente pochi minuti, con un netto risparmio di tempo rispetto all'apertura in filiale che richiede generalmente qualche ora.

I documenti richiesti per aprire un conto online sono fondamentalmente gli stessi che occorre presentare quando si apre un conto in filiale. Sono quindi necessari documento di riconoscimento (carta identità, passaporto o patente) e il codice fiscale da allegare nel form di apertura.

La normativa antiriciclaggio prevede che le banche provvedano all'identificazione finanziaria dell'utente. In caso di procedura online, tale operazione avviene tramite bonifico effettuato da un altro conto oppure attraverso procedure di identificazione diretta online quali per esempio la videochiamata.

Aprire conto corrente: i requisiti che occorre avere per farlo

Oltre alla presentazione dei documenti richiesti, non sono molti i requisiti richiesti da banche e istituti di credito. Vediamo allora cosa è necessario per aprire un conto:

  • essere maggiorenni. Esistono però anche conti per minorenni, espressamente pensati per la gestione delle finanze dei più giovani. In questo caso saranno i genitori – o il tutore - ad espletare le relative pratiche.
  • essere residenti in Italia. Trattandosi di un conto “particolare” non tutte le banche prevedono infatti la possibilità di aprire un conto se non si è residenti.
  • non essere segnalati come cattivi pagatori. Qualsiasi conto, per quanto sia conveniente, prevede delle spese. Per la banca è quindi importante che il cliente sia “affidabile” in merito agli obblighi di pagamento. Nel caso infatti si sia stati segnalati come cattivi pagatori, si può sempre richiedere l'apertura del conto ma la banca può rifiutare la richiesta.

Quanto costa aprire un conto corrente

Come abbiamo visto, aprire un conto è un'operazione abbastanza semplice e veloce da effettuare, soprattutto nel caso di apertura conto online. Ma quanto si paga per aprire un conto corrente? In linea generale, l'apertura di un conto corrente non costa nulla. Nella stragrande maggioranza dei casi infatti, le banche non prevedono costi in tal senso.

È sempre bene però consultare il foglio informativo del conto al fine di verificare la sussistenza di eventuali voci di spesa relative all'apertura del conto che, in ogni caso, vengono pagate una sola volta.

Ad avere un costo sono invece le spese di mantenimento di un conto quali il canone, l'imposta di bollo ed eventuali commissioni relative ai servizi erogati come emissione di carte di debito, domiciliazione utenze, disposizione bonifici etc. I costi di un conto, sia fissi che variabili, sono poi molto differenti a seconda dei casi. Esistono attualmente moltissimi conti correnti gratuiti che non prevedono un canone mensile.

Quanto ci vuole per aprire un conto corrente: le tempistiche

I tempi di apertura di un conto sono di norma abbastanza brevi. Una volta che la banca ha terminato le procedure di verifica dell'identità e della situazione finanziaria, non occorre molto tempo perché il conto risulti attivo.

Tali tempistiche si accorciano poi in caso di apertura di un conto online ed è possibile accedere al nuovo conto nel giro di pochissimo tempo.

Quanto bisogna versare per aprire un conto

In generale non esistono cifre stabilite per poter procedere all'apertura di un conto corrente. La risposta quindi alla domanda su quanto bisogna versare per aprire un conto corrente, non ha una risposta univoca in quanto tale cifra, ove richiesta, varia da banca a banca.

In linea di massima possiamo però dire che, qualora sia previsto un versamento di denaro, le cifre richieste non sono quasi mai eccessive. Può trattarsi infatti di cifre che variano da 1 euro ai 30 euro circa.

Seppur nella maggioranza dei casi non viene richiesto nessun versamento, occorre però sempre considerare che, se il conto lo prevede, andrà versato sul conto l'ammontare del canone mensile per evitare di andare in rosso quando questo verrà detratto. Stesso discorso vale per gli eventuali costi relativi alle operazioni effettuate.

Per tal ragione, è sempre bene fare un calcolo di quanto verrà detratto in relazione a canone e costi delle operazioni in modo da evitare di ritrovarsi in rosso.

Vuoi scoprire qual è il conto corrente migliore per te?
Ti aiutiamo noi.

Autore dell’articolo

Alfredo De Cristofaro Autore
Alfredo de Cristofaro
Founder
Laureato in Economia e Finanza, dopo aver lavorato a lungo presso uno dei principali intermediari finanziari in Europa, ha deciso di mettere a disposizione dei risparmiatori le conoscenze maturate nel corso degli anni. Su QualeBanca.com si occupa di recensire banche e conti, assicurandosi che vengano garantiti i più alti standard di sicurezza e trasparenza.

Leggi altri post della stessa categoria

/images/qualebanca_logo.svg
Default Blue Hamburger Close