Top Stories

Altre guide

Le 6 migliori app gratuite per risparmiare e gestire le spese

Le 6 migliori app gratuite per risparmiare e gestire le spese

Quante volte ti è capitato di arrivare a fine mese e di accorgerti che hai esagerato con gli acquisti, non avendo la più pallida idea di quando e come hai speso tutti quei soldi? Proprio per risolvere questa situazione esistono delle app da scaricare sul tuo smartphone che ti permettono di registrare in maniera facile e veloce tutte le tue spese, di capire come spendi il tuo denaro visualizzando dei semplici grafici e qual è il budget a tua disposizione. In questo modo risparmiare non sarà più un problema. 

In questa guida abbiamo selezionato 6 app gratuite che ti aiuteranno a monitorare le tue spese e a gestire le tue finanze in ogni momento. Se vuoi scoprire le 6 migliori app - disponibili per iOS e Android - per risparmiare nel 2021 e tutte le loro funzionalità, continua con la lettura di questa guida. 

1

BudJet (iOS)


BudJet è un’app completamente gratuita creata da MoneyFarm, un consulente finanziario indipendente per gli investimenti. Vediamo quali sono le funzionalità principali dell’app BudJet:

• Inserire le entrate/uscite e le transazioni ricorrenti. BudJet suddivide le spese in base alla categoria che viene scelta nel momento in cui si inserisce l’importo. Si può aggiungere anche una descrizione legata alla transazione o un’immagine, ad esempio di uno scontrino o di una ricevuta.
• L’app crea automaticamente delle statistiche per visualizzare tutte le transazioni del mese, permettendoti così di capire in che periodo hai speso di più e in quale categoria; è inoltre possibile esportare la lista delle transazioni in formato CSV.
• Creare obiettivi di risparmio decidendo quanto mettere da parte ogni mese o impostando dei limiti di spesa mensili su determinate categorie in cui si intende risparmiare.
Cosa abbiamo apprezzato
  • Possibilità di inserire le transazioni ricorrenti.
  • Creazione automatica di statistiche di spesa.
Cosa non ci è piaciuto
  • App disponibile solo per iPhone/iPad.
  • Le carte e i conti personali non possono essere associati all’app.
2

Oval (iOS/Android)


Oval è un’app gratuita a cui è possibile collegare i conti correnti e le carte di cui si è titolari per tracciare tutti i movimenti e le transazioni. Oval offre anche la possibilità di aprire un conto di pagamento con IBAN italiano collegato ad una carta di debito. Oval, oltre ad essere un’app di pagamento, è un’app pensata per aiutare le persone a gestire i propri risparmi e realizzare i propri obiettivi in modo semplice e innovativo.
Ecco le principali funzioni per risparmiare offerte dall’app, presenti nella sezione “Save”:

Goal di risparmio: cioè degli obiettivi di risparmio che puoi creare per mettere da parte soldi per i tuoi progetti (ad esempio, una vacanza). Esiste comunque un Goal preimpostato, che non può essere eliminato: il Fondo di Riserva, il quale viene alimentato impostando un ricorrente fisso con una cifra minima di €1 a settimana, fino a un massimo di €100. I risparmi accumulati nei Goal di Risparmio o nel Fondo di Riserva possono essere trasferiti in qualsiasi momento sul conto Oval o sugli altri conti collegati all’app.
Regole Smart: queste regole di risparmio personalizzabili possono essere impostate per ogni Goal e permettono di risparmiare in diversi modi: mettendo da parte un importo fisso ogni settimana o una percentuale quando si spende in una determinata categoria, arrotondando ogni transazione all’euro incrementale (e quindi spostando i centesimi extra nei Goal) oppure accantonando una cifra dopo ogni allenamento svolto. Le Regole Smart possono essere modificate o eliminate in qualsiasi momento.

Nella sezione Open Banking, invece, dopo aver collegato i conti e le carte di cui si è titolari all’app Oval, avrai una panoramica completa di tutte le transazioni effettuate che ti aiuterà a comprendere meglio le tue abitudini di spesa grazie a delle statistiche dettagliate con le entrate e le uscite suddivise per categorie.
Cosa abbiamo apprezzato
  • Possibilità di collegare conti e carte all’app per ricavare statistiche di spesa.
  • Il risparmio avviene seguendo delle Regole semplici e innovative.
Cosa non ci è piaciuto
  • Il Goal preimpostato non si può eliminare.
  • Solo le banche convenzionate con Oval possono essere collegate all’app.
3

Satispay (iOS/Android)


Satispay è un'app di pagamento italiana che consente di effettuare pagamenti via smartphone presso i negozi convenzionati. Oltre a ciò, Satispay si distingue per le numerose funzioni che consentono agli utenti di risparmiare.
Innanzitutto, è necessario impostare un budget settimanale, che viene prelevato dal conto corrente indicato al momento della registrazione; oltre questo budget non si può spendere e bisogna aspettare fino alla settimana successiva se si vuole aumentare l’importo. Questa funzione permette di gestire al meglio le proprie finanze, organizzandosi su quanto si intende spendere di settimana in settimana. Inoltre, l’app consente agli utenti di beneficiare del programma di cashback (trovi qui la lista delle migliori carte cashback secondo QualeBanca.com), vale a dire il rimborso immediato di una percentuale della spesa effettuata.
Un altro aspetto interessante è la possibilità di creare dei salvadanai digitali, dove si possono inserire:

• Gli spiccioli (ossia, il resto di ogni acquisto arrotondato all’euro);
• Il cashback ricevuto.
• un importo periodico (ad esempio 10 euro ogni settimana).

I salvadanai possono essere personalizzati, impostando un nome e un obiettivo da raggiungere (es: raccogliere 100 euro).
Cosa abbiamo apprezzato
  • Possibilità di creare dei salvadanai digitali.
  • Programma cashback attivo con l’app.
Cosa non ci è piaciuto
  • Satispay non fornisce grafici o statistiche sulle abitudini di spesa.
  • È necessario essere in possesso di un c/c con IBAN per utilizzare l’app.
4

Monefy (iOS/Android)


Money è un’app molto semplice da utilizzare grazie alla sua interfaccia super intuitiva. Per tenere sempre sotto controllo le tue spese è necessario inserire l’importo di ogni uscita, al resto ci pensa l’app! Basterà infatti cliccare sul pulsante rosso “-” in basso a sinistra della schermata principale, inserire l’importo speso e scegliere la categoria (abbigliamento, alimentari, bollette ecc.); è possibile anche aggiungere una nota riguardante l’acquisto.
Al contrario, se si vuole aggiungere un’entrata, bisognerà cliccare sul pulsante verde “+” e seguire lo stesso procedimento (questa volta la scelta è tra: stipendio, risparmi e depositi). In base ai dati inseriti, Monefy creerà un grafico per aiutarti a comprendere meglio come spendi i tuoi soldi e quanti ne hai ancora a disposizione. È comunque possibile consultare in qualsiasi momento la lista delle singole spese cliccando sul grafico.
Passando alla versione Pro (€ 3,49) si può usufruire di funzionalità aggiuntive, tra cui il supporto di più valute, la possibilità di creare più categorie di spesa o la sincronizzazione su Google Drive o Dropbox.
Cosa abbiamo apprezzato
  • App con un’interfaccia semplice e intuitiva.
  • Creazione automatica di grafici sulle abitudini di spesa.
Cosa non ci è piaciuto
  • Gran parte delle funzionalità sono accessibili solo passando alla versione Premium.
5

Spendee (iOS/Android)


Anche Spendee è un’app gratuita che ti permette di tenere traccia di tutte le tue spese. L’uso dell’app è molto intuitivo: dalla schermata principale dovrai creare il tuo portafoglio, aggiungendo le entrate e le uscite. Ad ogni transazione viene abbinata una categoria specifica; si può inoltre modificare la data in cui è stata effettuata o aggiungere note, hashtag e foto. L’app elabora tutti i dati inseriti e genera dei grafici che consentono di capire in che periodo hai speso di più e per quale tipo di spese.
Altre funzionalità interessanti di Spendee sono:

• L’impostazione di transazioni ricorrenti o programmate.
• La scelta di diverse valute del conto: ciò rende Spendee un’app ideale per chi si trova spesso all’estero.
• La creazione di budget che ti aiuteranno a non spendere troppo in una determinata categoria e a risparmiare per i tuoi progetti.
• L’esportazione dei dati del portafoglio in formato CSV o Excel.

L’aspetto che differenzia davvero Spendee da app come Monefy e BudJet, è la possibilità di collegare i propri conti bancari all’app: in questo modo le transazioni saranno aggiunte e categorizzate automaticamente senza dover inserire ogni volta l’importo speso. Tuttavia, questa funzionalità è disponibile solo facendo l’abbonamento alla versione Premium, che ha un costo di €3,99 al mese (o €24,49 all’anno). Con Premium, inoltre, si potranno creare più portafogli, condivisibili con gli altri.
Cosa abbiamo apprezzato
  • L’app supporta più valute.
  • Possibilità di esportare le transazioni in diversi formati.
Cosa non ci è piaciuto
  • Il conto bancario può essere associato all’app solo passando alla versione Premium.
6

Fast Budget (iOS/Android)


Fast Budget è un’app gratuita che ti permette di gestire le tue spese con facilità. Fast Budget supporta diverse valute e consente di cambiare la lingua predefinita. Nella pagina principale “Panoramica” potrai visualizzare tutti i tuoi movimenti in una sola occhiata: il bilancio delle entrate e delle uscite, un grafico delle spese degli ultimi 7 giorni, i budget impostati e tutte le spese raggruppate per categorie. Questa schermata può comunque essere modificata in ogni momento, scegliendo cosa si vuole visualizzare.
Cliccando sul pulsante blu in basso a destra potrai inserire i guadagni e le spese: basta digitare l’importo, selezionare la categoria e la data; si possono aggiungere anche delle note o un’immagine relativa alla transazione. È possibile, inoltre, impostare transazioni pianificate o ricorrenti. L’app mette a disposizione una calcolatrice incorporata per fare calcoli più velocemente.
Vediamo quali sono le altre caratteristiche dell’app Fast Budget:

• Creazione di budget (settimanali, mensili, annuali o personalizzati) che possono riferirsi ad una categoria singola nella quale non si vuole spendere più di un tot, a più categorie o a tutte le categorie.
• Creazione di grafici delle spese che ti consentono di capire l’andamento delle tue finanze e in quale categoria sarebbe opportuno risparmiare.
• Nel Calendario potrai visualizzare in maniera chiara quanto hai speso o guadagnato ogni giorno.
• Attivazione di backup automatici in Dropbox per non rischiare di perdere i tuoi dati.
• Attivazione di promemoria per ricordarti di inserire le transazioni giornaliere.


Attivando i piani a pagamento si avrà accesso ad ulteriori funzioni, tra cui la possibilità di esportare i dati in formato CSV e di creare conti e budget illimitati.
Cosa abbiamo apprezzato
  • App completa con grafici di spesa semplici e chiari.
  • Possibilità di effettuare backup su Dropbox.
Cosa non ci è piaciuto
  • I dati possono essere esportati solo utilizzando il piano a pagamento.
Autore dell'articolo
Giulia Cortesi Autore
Giulia Cortesi
Fintech Expert

Laureata in Languages for International Communication, appassionata di lingue straniere, copywriting e comunicazione digitale. Su QualeBanca si occupa di scrivere articoli e guide sul mondo bancario e fintech, con lo scopo di informare gli utenti ed orientarli verso le scelte migliori.