Top Stories

Altri articoli dal nostro blog

Conto corrente postale: come aprirlo, cosa offre e quanto costa

Conto corrente postale: come aprirlo, quali servizi offre e quanto costa

Il conto corrente postale, al pari di qualsiasi altro conto, è uno strumento che consente di gestire le proprie finanze.
Inizialmente conosciuta principalmente per i servizi postali, Poste Italiane ha potenziato nel tempo la propria offerta di prodotti e servizi e allargato la propria platea di utenti.

Se infatti il conto corrente postale era tempo fa per lo più ad appannaggio di utenti in pensione, l’apertura di un conto corrente postale viene oggi visto e vissuto come una valida alternativa al conto corrente bancario anche da giovani e da lavoratori grazie anche alla proposta di soluzioni diversificate tra le quali scegliere la più adatta rispetto alle individuali esigenze.

Come aprire un conto corrente postale

Aprire un conto corrente postale è davvero molto semplice: basta recarsi in uno dei 12.000 e passa uffici postali disseminati sul territorio e compilare il modulo di apertura del conto che ci viene fornito allo sportello e firmare il contratto contenente tutte le informazioni, costi e servizi offerti.

Gli unici documenti che vengono richiesti sono il codice fiscale e un documento di identità valido – carta di identità, passaporto o patente di guida – dei quali occorre consegnare la fotocopia.

Se si apre invece il conto postale come libero professionista occorre anche il numero di partita IVA.

Per poter aprire il conto postale è sufficiente essere cittadini italiani – o risiedere in Italia da almeno 6 mesi – avere più di 18 anni e, ovviamente, non versare in una situazione finanziaria fallimentare passata in giudicato.

Nel caso di alcune specifiche tipologie di conto corrente postale, la procedura di apertura del conto può essere effettuata direttamente online come nel caso dei conti BancoPosta Start, Medium e Start Giovani la cui richiesta di apertura può essere inoltrata tramite l’apposita App BancoPosta.

Il conto risulta operativo solitamente nel giro di una settimana.

L’apertura del conto – da non confondersi con il canone – è sempre gratuita e non è richiesto nessun deposito minimo iniziale se non quello relativo al pagamento del canone – quando previsto – e delle eventuali commissioni per le operazioni effettuate.

E chiudere il conto corrente postale? La procedura è gratuita anche in questo caso ed è sufficiente compilare l’apposito modulo – scaricabile anche online - e consegnarlo presso l’ufficio postale di riferimento oppure inviare una raccomandata alla sede legale.

Costo conto corrente postale

Poste Italiane offre ben 6 differenti tipologie di conto corrente. I costi variano quindi in base alla particolare scelta effettuata a seconda delle specifiche esigenze. Si passa per esempio dal conto corrente postale di base per pensionati a canone zero al conto BancoPosta Start Giovani che ha un canone pari a € 2 al mese fino agli € 9 mensili del conto BancoPosta Plus che include però altri servizi e agevolazioni come la possibilità di ottenere la carta di credito senza pagarne il relativo canone annuale.

In linea di massima i costi di mantenimento di un conto corrente postale sono tendenzialmente inferiori rispetto ai conti correnti bancari tradizionali.

Nel caso invece delle banche digitali non è raro incappare in offerte interessanti a canone zero ma, come sempre, occorre valutare quali sono poi i servizi offerti a fronte del canone gratuito.

Il conto corrente postale è, ad oggi, una valida alternativa ai conti bancari tradizionali. Esso consente infatti di svolgere le più comuni operazioni bancarie come disporre di un libretto degli assegni, farsi accreditare stipendio e pensione, effettuare bonifici e via di seguito, con la possibilità di scegliere tra più opzioni a costi tutto sommato contenuti. 

Autore dell'articolo
Michela Pisanu Autore
Michela Pisanu
Fintech Expert

Laureata in Psicologia, si occupa di copywriting e content creation, sfruttando le sue conoscenze per offrire agli utenti contenuti di qualità a scopo informativo. Per QualeBanca si occupa della redazione di recensioni, guide e articoli del mondo bancario e di finanza personale.