Top Stories

Altri articoli dal nostro blog

Banca digitale vs banca tradizionale

Banca digitale vs banca tradizionale

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una vera e propria evoluzione del settore bancario, che si è progressivamente aperto al mondo digitale. Oggigiorno, infatti, la maggior parte delle banche ha affiancato al classico servizio di sportello la possibilità di condurre le operazioni bancarie tramite internet, utilizzando l’home banking.

Cos’è l’home banking?

L’home banking, noto anche come online banking o internet banking, è un servizio offerto dalle banche che permette ai clienti di gestire il proprio conto corrente da remoto. Tramite questa piattaforma è possibile verificare il saldo e i movimenti del conto e svolgere le operazioni bancarie quotidiane comodamente da casa, senza la necessità di recarsi presso una filiale. L’unica cosa di cui abbiamo bisogno è una connessione internet e un dispositivo elettronico. 

Molti italiani si sono ormai resi conto della comodità di gestire il proprio conto corrente da remoto, specialmente nell’ultimo periodo in cui il COVID 19 ha accelerato la trasformazione digitale nel nostro paese, evidenziando i benefici della tecnologia. In piena pandemia, infatti, utilizzare internet per svolgere le attività bancarie era l’unica soluzione, dal momento che le filiali erano per la maggior parte chiuse. 

Vediamo allora più nello specifico cosa si intende per banche tradizionali e banche digitali, e soprattutto quali sono i principali vantaggi e svantaggi di entrambe. 

Cos’è una banca tradizionale?

Le banche tradizionali (o banche fisiche) le conosciamo bene: sono quelle banche che offrono il tradizionale servizio di sportello su tutto il territorio nazionale. Come abbiamo accennato, in genere le banche tradizionali permettono di gestire il proprio conto online tramite l'home banking. Attualmente, diverse banche tradizionali italiane hanno scelto di mettere a disposizione conti correnti online, ovvero conti che si aprono e gestiscono esclusivamente da remoto e che di solito sono più economici rispetto ai conti tradizionali.

Cos’è una banca digitale?

Le banche digitali (o banche online) sono quelle banche che non hanno filiali. Tutte le operazioni, perciò, si svolgono online: dall’apertura del conto corrente fino alla richiesta di un prestito. L’assistenza al cliente avviene via telefono, email o chat. Va da sé che chi sceglie di usufruire dei servizi di una banca digitale deve avere una certa dimestichezza con la tecnologia. 

Vantaggi e svantaggi delle banche digitali

Tra i principali vantaggi troviamo: 

  • Commissioni inferiori: la mancanza di una sede fisica fa sì che i costi di gestione siano più bassi; di conseguenza, anche le commissioni dei conti online saranno inferiori (o nulle) rispetto a quelle di un conto tradizionale. 
  • Tassi di interesse più elevati: il tasso di interesse, sia per i conti correnti che per i conti deposito, tende ad essere maggiore, sebbene nell’attuale era dei tassi negativi le differenze negli interessi positivi delle banche sono minime.
  • La comodità: avere la propria banca sempre a disposizione è indubbiamente una comodità. Le banche digitali ti permettono di accedere al tuo conto corrente e svolgere tutte le operazioni in qualsiasi momento, evitando così le lunghe file tipiche degli sportelli. Ciò permette di risparmiare anche in termini di tempo. 

Gli svantaggi delle banche online riguardano soprattutto: 

  • Difficoltà nel depositare i contanti: questa operazione a volte può risultare una vera e propria sfida a causa della mancanza di una sede fisica della banca. Potrebbe quindi essere necessario trovare un ATM che accetta depositi, oppure dover depositare il denaro su un conto corrente tradizionale per poi trasferirlo sul conto online. Spesso comunque le banche online si appoggiano a banche fisiche. In tal caso, sarà possibile depositare il denaro nelle filiali delle banche di appoggio. 
  • Assenza di interazione face to face: sebbene il servizio clienti è in genere disponibile 24/7, la mancanza di un’assistenza allo sportello può rappresentare per molti un aspetto negativo. 

Vantaggi e svantaggi delle banche tradizionali

La banca tradizionale è, invece, l’opzione più adatta a chi ancora non si sente del tutto a proprio agio con la tecnologia, oppure semplicemente non vuole precludersi la possibilità di ricevere un’assistenza personalizzata. 

Seppure ormai gran parte delle banche tradizionali permettono di svolgere le principali attività bancarie tramite home banking, non sempre tutte le operazioni possono essere effettuate da remoto e a volte recarsi allo sportello è inevitabile. 

Vantaggi e svantaggi delle banche tradizionali

In molti hanno ancora dei dubbi sulla sicurezza dei conti virtuali. Essi, infatti, vengono spesso associati a frodi ormai note, come ad esempio il phishing. Il rischio ovviamente c’è; tuttavia, al giorno d’oggi le banche digitali utilizzano livelli di sicurezza avanzati, come l’autenticazione forte e l’uso di codici istantanei usa e getta. Di conseguenza, si può affermare che le banche digitali sono tanto sicure quanto quelle tradizionali, basta seguire alcune accortezze per evitare di incorrere in truffe online. 

Quindi: banca tradizionale o banca digitale?

Le banche digitali offrono senz’altro notevoli vantaggi, sia a livello economico che a livello di comodità e in un mondo in continua evoluzione digitale sono destinate ad affermarsi sempre di più. Ciononostante, il conto corrente online può rivelarsi una soluzione non adatta a tutti, specialmente ad una clientela ancora poco moderna e tecnologica.